A+ A A-

Ecco, anno per anno, significativi esempi di 'liberta'', 'democrazia' ecc. americana successivi alla fine del conflitto mondiale.

1946
 

Primo piano (Pincher, traducibile in 'Morsa') di attacco nucleare all'Urss. Sorvolo della Jugoslavia con B 29 come monito ai sovietici. Impiego della minaccia nucleare per costringere i sovietici a lasciare l'Azerbaigian iraniano. Bombardamento dell'Uruguay. Manovre nelle Filippine per 'mantenere l'ordine interno'; concessione infine della indipendenza limitata a pesanti condizioni. Due esplosioni di bombe al plutonio a Bikini (isole Marshall).

1947
Inizio ufficiale della 'guerra fredda' con proclama di Truman al Congresso. Direttiva NSC che autorizza la Cia a compiere 'operazioni clandestine di guerra psicologica contro le forze comuniste'. Pressioni sul governo italiano e manovre in Grecia a sostegno della estrema destra.
1948
Piano Broiler ('Griglia per arrostire') e Sizzle ('Frittura') per attacco nucleare all'Urss. Direttiva NSC per la 'destabilizzazione' dei regimi filo-sovietici. Piani NSC per occupazione militare dell'Italia e sostegno alla guerra civile in caso di vittoria comunista, piano Marshall con analoga funzione. Repressione armata contro la ribellione nelle Filippine.
1949
Piano Trojan di attacco nucleare all'Urss.
1950
Repressione della ribellione a Jayuya (Portorico). Campagna anticomunista (maccartismo) in patria.
1950-1953
Guerra contro la Corea del Nord. Minaccia nucleare contro la Corea e la Cina. Piano Mac Arthur per invasione della Cina. Bombardamenti sulla Manciuria.
1951
Creazione del Clandestine Planning Commettee per operazioni clandestine. Accordi per basi militari con la Spagna e il Giappone.
1952
Piano anticomunista 'Demagnetize'. Rapporto Fechteler per il controllo del Mediterraneo. Prime esplosioni termonucleari. Denuncia dei protocolli di Ginevra quanto al divieto di impiegare armi batteriologiche. In patria, McCarran Act contro l'immigrazione.
1953
Project Solarium per attacco all'Urss. Sostegno alla Francia in Indocina. Schieramento delle prime testate nucleari in Germania. In Iran, i servizi segreti americani rovesciano Mossadeq, installando il regime dello Scia'.
1954
Sas Basic War Plan di attacco nucleare all'Urss contro 1.700 obiettivi. Bombardamenti sul Guatemala, rovesciamento del governo Arbenz che aveva iniziato a nazionalizzare le proprieta' statunitensi, sostituito da una dittatura militare. Esplosioni di bombe all'idrogeno a Bikini. Nuovo piano NSC in funzione anticomunista per l'Italia e accordo per installarvi basi militari. In patria, processo a Oppenheimer.
1955
Intervento nella guerra civile cinese in appoggio a Ciang Kai Scek. Operazione 'Pelle di montone rosso' in Grecia in funzione anticomunista.
1956
Movimenti di truppe e minaccia nucleare contro l'Egitto nella crisi di Suez. Rivolta militare a Sumatra fomentata dalla Cia per la indipendenza dall'Indonesia governata da Sukarno. Altre esplosioni nucleari a Bikini e Narmu.
1957
Manovre ad Haiti per installare il regime di Duvalier. Addestramento strutture Stay Behind. 'Dottrina Eisenhower' per l'estromissione dell'Europa dal Medio Oriente. Campagna contro l'Eni di Mattei.
1958
Forze navali e di terra impiegate nel Libano in appoggio a Chamoun. Minaccia nucleare contro Iraq, Cina, Panama.
1959
Accordo per la concessione di basi missilistiche in Italia.
1960
Intervento armato in Guatemala per stroncare la rivolta anti-Usa. Complotto contro Lumumba in Congo.
1961
Presidenza Kennedy: Invasione (fallita) di Cuba con sbarco alla Baia dei Porci. Executive Action per le eliminazioni fisiche da parte della Cia. Assassinio di Lumumba in Congo. Assassinio di Trujillo a Santo Domingo.
1962
Blocco aeronavale attorno a Cuba, 'crisi dei missili'. Intervento nel Laos. In Italia, manovre contro il governo Fanfani per apertura a sinistra; morte di Mattei e rapporto segreto della Cia.
1963
Colpo di Stato a Saigon, con eliminazione del presidente sudvietnamita Dihn Diem. Manuale Cia sull'impiego di torture negli interrogatori dei 'sovversivi'.
1964
Repressione a Panama del movimento per la restituzione del Canale. Intervento nella Repubblica domenicana. Incidente del Tonchino, preordinato dagli Usa, fornisce il casus belli per l'aggressione al Vietnam. La guerra dura fino al 1975: forse 2 milioni di morti, impiego di armi chimiche, massacri, torture dei prigionieri, minaccia atomica.
1965
Colpo di stato militare in Indonesia fomentato dalla Cia, con centinaia di migliaia di morti. Intervento militare a Santo Domingo.
1966-1967
Interventi armati in Guatemala e nella Repubblica domenicana.
1967
Colpo di stato in Grecia e dittatura militare patrocinata dalla Cia. Operazione Chaos. Repressione in patria delle rivolte nere.
1968
Continua la sanguinosa repressione contro i neri dopo l'assassinio di M. Luther King. Navi da guerra in Corea. Crisi di Suez sfocia in una guerra non dichiarata che si protrae fino al 1971, con gli Usa al fianco di Israele.
1969-1970
Con la strage di piazza Fontana, inizia la strategia della tensione in Italia finalizzata al controllo dei paesi del Mediterraneo, in funzione antiaraba e anticomunista.
1970
Dopo il colpo di Stato che depone Sihanuk, gli Usa estendono la guerra alla Cambogia, che si protrae fino al 1975. Un gruppo di destra finanziato dalla Cia uccide il capo di Sm delle forze armate cilene, Rene' Schneider.
1971-1973
Intervento in Laos.
1973
Colpo di Stato in Cile guidato dalla Cia per abbattere Allende ed installare la dittatura militare. Appoggio incondizionato a Israele nel conflitto arabo-sionista, rifornimenti militari, minaccia nucleare.
1975
Rivolta separatista nelle Azzorre sobillata dagli Usa, preoccupati per evolversi degli eventi in Portogallo. Il dittatore indonesiano Suharto, autorizzato dagli Usa, invade Timor Est.
1976-1990
Intervento della Cia in Angola.
1978
Task force in appoggio allo Scia' contro le rivolte popolari.
1979
Imposizione all'Europa di missili Pershing e Cruise. Manovre aeronavali in Iran.
1980
Raid e rappresaglie contro l'Iran. Carter blocca il Salt
1981
Manovre aeronavali in Libia. Appoggio alla giunta del Salvador contro i ribelli. Appoggio ai Contras contro i sandinisti in Nicaragua. Minacce alla Libia e a Cuba. Manovre sul Canale di Panama in violazione del trattato sottoscritto. Khomeini accusa gli Stati uniti della strage di Teheran (72 morti per bomba nella sede del Partito islamico).
1982
Appoggio a Israele nella aggressione al Libano, che continua l'anno seguente. Seconda strage a Teheran. La Siria accusa gli Stati uniti di aver sobillato la rivolta di Hama. In patria, riprende la produzione di gas nervino.
1983
Invasione di Grenada contro il colpo di Stato condotto da ufficiali marxisti. Reagan lancia il programma 'Scudo stellare'. Aiuti al Salvador e al Guatemala per operazioni antiguerriglia. Manovre aeronavali nel golfo della Sirte ed aeree sul Ciad in funzione antilibica
1985
Manovre della flotta angloamericana al largo di Hormuz. Intensificazione degli interventi in Salvador e Centramerica. Avallo dei missili intercontinentali Mx. Incidente di Sigonella in Italia.
1986
Bombardamenti aerei e movimenti navali in Libia per rovesciare il governo. Scandalo Iran-Contras. Rifornimento di armi alla guerriglia antisovietica in Afghanistan.
1987
Sostegno all'Iraq che sfocia nell'aggressione all'Iran.
1988
Imposizione di taglie sui 'terroristi'. Veti all'Onu a favore di Israele per impedire la condanna dell'occupazione dei Territori da parte dell'Onu.
1989
Bombardamento di Panama, sostituzione di Noriega con Guillermo Endara. Repressione nelle isole Vergini.
1990
L'ex consulente Cia Brenneke conferma i finanziamenti Usa alla P2. Si prepara l'aggressione all'Iraq.
1991
Guerra del Golfo contro l'Iraq. I bombardamenti a piu' riprese sono continuati fino ad oggi.
1992
Intervento in Somalia nella guerra civile, formalmente dell'Onu, con funzione guida degli Usa.
1995
Intervento delle forze Nato, guidate dagli Usa, in Jugoslavia contro i serbi.
1997
Appoggio a Israele per la occupazione della parte araba di Gerusalemme. Rinforzo basi del Qatar in funzione anti irachena. Direttiva Clinton per prelievo forzato di sospetti 'terroristi' "senza la collaborazione del paese ospitante".
1998
Bombardamenti in Sudan, Afghanistan, Iraq. Rivendicazione della competenza esclusiva a giudicare (assolvendoli) i militari responsabili della strage del Cermis in Italia. Brzezinski ammette il ruolo degli Usa nel provocare l'intervento sovietico in Afghanistan.
1999
Bombardamenti contro la Serbia nella crisi del Kossovo, eseguiti dalla Nato su ordine Usa. Opposizione all'accordo per la messa al bando delle mine antiuomo. Decreto di sanzioni contro l'Afghanistan e opposizione ad annullare le sanzioni alla Libia.
2000
E' confermato il sistema di spionaggio Echelon, su tutte le comunicazioni militari e civili compresa rete Internet e cavi sottomarini.
2001
Negazione della firma al rinnovo dell'accordo per la messa al bando delle armi biologiche, del trattato di Kyoto sull'inquinamento, ritiro dal trattato Abm sullo spiegamento dei sistemi antibalistici. Guerra all'Afghanistan eseguita dalla Nato per ordine Usa. Internamento di migliaia di sospetti senza alcun rispetto dei diritti, esplicitazione della pretesa di processare davanti ai tribunali militari americani tutti i sospetti 'terroristi' ovunque arrestati. Rumsfeld rinnova la minaccia nucleare.
2002
Emergono altri crimini di guerra contro i talebani, torturati e lasciati morire per asfissia in container, e del lager di Guantanamo. Bush enuncia la 'guerra preventiva' contro chi si oppone all'America e minaccia Iraq, Yemen, Siria. Voto contrario al protocollo Onu contro la tortura, alla nuova risoluzione Onu di condanna ad Israele e negazione del Tribunale internazionale per i crimini di guerra.
2003
Guerra all'Iraq, imposizione del governatorato Garner, poi Bremer. Massacri di civili anche dopo la fine delle operazioni militari, torture ai prigionieri.
2004. Continuano i massacri in Afghanistan ed in Iraq. "Non ce ne andremo". Sostegno ai piani di Sharon in Palestina.
2004
Continuano i massacri in Afghanistan ed in Iraq (“Non ce ne andremo”), martirio di Falluja bombardata con armi di sterminio, fosforo bianco ed uranio. Continuano renditions e torture. Sostegno ai piani di Sharon in Palestina.
2005
Proclama di Bush sulla americanizzazione del mondo e l’abbattimento dei “tiranni”. Massacri in Afghanistan, guerra sporca in Iraq, in aggiunta ai bombardamenti, per scatenare la guerra civile. Interferenza nel Libano, intimazioni e minacce alla Siria. Minacce e strategia della tensione in Iran dopo la vittoria di M.Ahmadinejad. Censure alla stampa interna perché non riveli i crimini americani
2006
Sostegno ad Israele nell’aggressione al Libano ed a Gaza, dopo la vittoria di Hamas, imposizione dell’embargo, sostegno al Fatah per innescare la guerra inter- palestinese. Documento del Pentagono sulla guerra globale con minacce a chiunque operi per “destabilizzare la capacità degli Stati uniti di mantenere il loro vantaggio”. Stragi in Iraq ed Afghanistan ed impiego di nuove armi al laser. Aggressione Usa- Etiopia alla Somalia per cacciare il governo delle Corti islamiche
2007
Continuazione stragi in Somalia per punire la popolazione, stragismo pure in Afghanistan ed Iraq dove effettuano diktat per imporre la ‘legge petrolifera’ diretta a spoliare il paese delle sue risorse. Sanzioni all’Iran, autorizzazione ad uccidere o sequestrare cittadini iraniani in Iraq, manovre nel Golfo, sostegno a gruppi terroristici ed altre provocazioni anti- iraniane. Avanzamento del progetto dello scudo missilistico in Europa anche in funzione anti- russa e cinese. Spinta alla secessione del Kossovo dalla Serbia. Manovre destabilizzanti in Bolivia secondo la denuncia del presidente Morales. Appoggio al golpe del Fatah nei Territori, ristrutturazione delle sue forze di sicurezza in funzione anti- Hamas.