Fondazione Luigi Cipriani

Note sulla Fondazione

 

In nome di Luigi Cipriani, ‘Cip’, le cui vicende il lettore può conoscere dalla biografia pubblicata a lato (‘Storia di Luigi Cipriani), noi (Michela Maffezzoni Cipriani, Emilia Maffezzoni, Andrea Cipriani: rispettivamente la moglie, la cognata, il cugino di Luigi) nel gennaio 1994 abbiamo costituito la Fondazione Luigi Cipriani, avente per scopo la promozione di studi e ricerche, prevalentemente di carattere storico e sulle strategie del potere. Abbiamo preferito una struttura gestita dalla famiglia ma ci siamo avvalsi naturalmente della collaborazione, temporanea o più continuativa, di amici e collaboratori diversi che citiamo volta a volta nel sito e che tutti ringraziamo.

Avvertiamo che la Fondazione vieta a chicchessia –particolarmente sugli argomenti dello stragismo, dell’intreccio fra i poteri occulti e palesi, dove più vi è rischio di manipolazioni - la citazione di Luigi Cipriani al di fuori degli scritti di provenienza certa di lui, come quelli contenuti in questo sito, nonché pubblicati con la sua firma su giornali e riviste e sui resoconti parlamentari.

La Fondazione ha edito e distribuito autonomamente, rispettivamente nel 1994 e 1996, Quel Marx di San Macuto e Lavorare meno, lavorare tutti , il primo dei quali raccoglie diversi interventi di Luigi come studioso del potere politico italiano, inframmezzati da commenti diversi; il secondo, i materiali di un ciclo di incontri sulla riduzione del lavoro, lavoro socialmente utile ed autogestione. Entrambi i volumi, difficilmente reperibili sui circuiti, possono essere ancora richiesti direttamente alla Fondazione.

Nel sito leggerete i bellissimi interventi, scelti fra i più attuali, di Luigi Cipriani sulla strategia della tensione, alcune delle sue lucide e spietate analisi sul potere economico e infine scritti pacifisti, esposti tutti sotto il titolo Scritti di controinformazione. Esponiamo inoltre, anch’essa a tempo indeterminato, la cronologia storica Oppressione, repressione, rivolte. Storia d’Italia dal 25 luglio 1943 ad oggi, per la cui presentazione rinviamo alla relativa premessa: è e sarà aggiornata progressivamente con stesure successive, incrementi, appendici ed estratti.

Leggerete anche altre rubriche, riflessioni di natura diversa, approfondimenti esposti per periodi di tempo più limitati.

Il curatore del sito per gli aspetti tecnici e grafici è Andrea Cipriani. La responsabile editoriale, Michela Maffezzoni Cipriani.

Le vostre lettere, contributi e suggerimenti, anche critici, sono letti con attenzione e sempre graditi.